Il cotone, che cos’è?

Il cotone: con l’avvicinarsi dell’estate è il filato più utilizzato per i nostri progetti ad uncinetto e maglia!

Ma..che cos’è?

E’ una fibra tessile che si ricava dalla bambagia, una pianta con una sorta di “bozzolo” che ne avvolge i semi.

La sua tessitura ha origine nella preistoria: i primi frammenti di tessuto di cotone, pensate, si è scoperto risalgano al V millennio a.C.!

Ma nonostante sia quindi coltivato fin dall’antichità, è stata l’invenzione della sgranatrice di cotone a ridurne i costi di produzione: ad oggi è la fibra naturale più utilizzata nell’abbigliamento!

Perchè è perfetto per l’estate?

Trasformato in filato, oltre ad essere molto resistente, assorbe bene sia acqua che sudore, quindi tampona leggermente il cattivo odore!

Inoltre tra i filati anallergici e antibatterici, è praticamente imbattibile: per questo viene utilizzato moltissimo per tutte le creazioni per neonati, soprattutto per le copertine nascita e i vestitini!

Io inizio già a utilizzarlo fin dalla primavera, sia per l’abbigliamento che per gli amigurumi per i più piccini!

Ti è mai capitato di cercare le caratteristiche tecniche di un filato di cotone e trovare termini come “ritorto”, “gasato” o “mercerizzato”?

Queste sono alcune delle caratteristiche che possono avere i filati di cotone, e sono meno complicate da capire di quello che sembra!



Ad esempio un filato ritorto si ricava da un filo che, ricavato dalla pianta e passato alla filatura, viene sottoposto ad una particolare operazione per essere attorcigliato, e abbinato ad altri filati per ottenere un filo più resistente e di dimensioni più grandi. E’ un procedimento che viene applicato anche alla seta.

Il cotone mercerizzato invece, è un filato che viene immerso in un bagno di soda caustica, che a bassa temperatura lo trasforma e lo rende più lucente, e più affine alle tinture.

C’è poi il cotone gasato, che magari vi fa un po’ ridere se pensate al nome, ma è di una qualità particolare, perchè la gasatura tira fuori le sue migliori caratteristiche! In fabbrica i tanti fili che formano la fibra di cotone, una volta filati e ritorti, appaiono con una peluria sporgente: passando il filato sopra ad una fiamma industriale, quella della gasatrice, questa peluria viene eliminata, e il risultato è un filo uniforme, liscio e asciutto!

Potete trovare degli ottimi filati di cotone da Merceria Italiartisan cliccando QUI.